Surreal

«Cerco amori nuovi, violente sere.
Perdono chiedo a chi non amai»

Dario Bellezza
(5 set. 1944 – 31 mar. 1996)

La casa di piazza Strozzi era sciupata. Stava conficcata in una Prati secondaria e buia. Tre camere, un bagno, una sala da pranzo adibita a stenditoio e tre femmine pazze e tristi. Il problema dei turni, lungo i mesi di rodaggio, si era ingigantito fino a diventare una guerriglia

29594882_10216208405111788_2688971101112981909_n
Giuditta Godano, Senza titolo, foto digitale, 2018
« Non ti ho visto fare mai le pulizie »
« Perché le faccio quando non mi vedi »
« Sarà… »
« Nemmeno io vedo niente quando pulisci tu »
Non paga di ciò, la più nevrotica del gruppo – alta, con le spalle strette intorno al collo, gli occhiali da secchiona e un appetito da legionario – si rifiutava di asciugare i lunghi capelli riccioluti nella sua stanza, lasciando l’unico bagno in condizioni simili a quelle di una latrina
« Mi spieghi perché non pulisci il bagno? »
« Perché non ci vado »
« In che senso non ci vai?! »
« Ho il secchio »
Annunci

2 pensieri su “Surreal

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...