Nuovi posti, nuovi dolori

Se Jay le diceva di portare fuori il cane, lei annaffiava le piante. Se Jay le diceva di annaffiare le piante, lei portava fuori il cane. Aveva confidato alla sua amica che quando voleva fosse esaudito un desiderio, vedeva un film che rappresentava quel preciso scopo, o il suo contrario

ata-kando-dream-in-the-forest
Dream In The Forest by Ata Kando

In quel punto il fiume è scuro. Dal ponte sembra di guardare una lastra di vetro rotto, che si illumina lungo le linee di incrinatura. Cadendo, una pietra non la senti un corpo sì. Ma lo sentiresti come se precipitasse sul muschio, con un rumore sordo e vellutato. Aveva detto queste cose a Jay, perché pensava di richiamarlo a sé con un atto contrario: un atto di privazione che lo restituisse a lei. Quindi per avere il bene bisognava fare male. Voleva fargli male e guarirlo, così rapì la sua tartaruga e la fece precipitare nell’acqua morbida della notte.

Annunci

Un pensiero su “Nuovi posti, nuovi dolori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...